news adn

Scarica l'App Ufficiale del Comune di Milazzo

lunedì 23 dicembre 2019

Micromobilità elettrica, parte la sperimentazione per i monopattini nel perimetro cittadino

Il Comune di Milazzo avvia la sperimentazione della circolazione su strada di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica.
La giunta municipale ha approvato la delibera che recepisce il decreto 229/2019 del Ministero delle infrastrutture, autorizzando la circolazione con monopattini elettrici istituendo il periodo di sperimentazione  per 24 mesi. A seguito di tale provvedimento sarà emanata nei prossimi giorni anche l’ordinanza di Polizia Locale che disciplinerà la realizzazione della specifica segnaletica stradale verticale e orizzontale e conterrà le indicazioni precise sulle località e sui percorsi autorizzati.


Nel provvedimento approvato dall’Esecutivo la circolazione di tali dispositivi è stata autorizzata nelle seguenti vie, dove la velocità veicolare è limitata a 30 km/h: via Tono, via Grotta Polifemo, via delle Ninfe, via Marinaio d’Italia, piazza San Papino, via Pistorio, piazza Roma, via Umberto I, piazza Mazzini, via Cavour, rotatoria via dei Mille, slargo di Luigi Rizzo, via Luigi Rizzo, via Crispi, lungomare Garibaldi (ambo sensi di marcia), via Colombo, via Ryolo, via Cumbo Borgia, piano Baele, piazza Caio Duilio, via Piraino, via Risorgimento, piazzale Europa, via Vittorio Veneto, piazza 25 Aprile, via San Giovanni.
I veicoli autorizzati in questa prima fase - come anticipato - saranno per ora i monopattini elettrici e segway, che per circolare in sede pubblica dovranno essere dotati di luci e di regolatore di velocità.
Per condurre i monopattini è prevista la maggiore età oppure la titolarità di patente AM (che è rilasciata ai maggiori di 14 anni). La velocità massima consentita a questi dispositivi è di 20 km/h, con la necessaria regolazione a tale velocità dei limitatori obbligatoriamente presenti negli stessi monopattini e segway.  Anche a questi mezzi si applicano le sanzioni previste dal codice della strada in caso di violazioni.
Non appena saranno terminate le installazioni della segnaletica partirà una campagna informativa ad hoc per mettere al corrente la cittadinanza di questa nuova opportunità.
La sperimentazione verrà come previsto comunicata anche al ministero, al quale - entro tre mesi dalla sua fine - sarà oggetto anche verso il ministero stesso di apposita rendicontazione.
“Abbiamo voluto cogliere appena possibile anche questa nuova opportunità prevista dalle norme - afferma il sindaco Giovanni Formica - perché tra le linee programmatiche, obiettivo dell’Amministrazione è il miglioramento della qualità della vita cittadina. E ciò diventa attuabile anche con lo sviluppo della mobilità sostenibile. Questa sperimentazione va incontro ai giovani che dimostrano di apprezzare molto modelli di comportamento alternativi all’uso dell’auto privata”.

Nessun commento:

Posta un commento

Segui il tuo comune su facebook!