news adn

Scarica l'App Ufficiale del Comune di Milazzo

lunedì 26 agosto 2019

Ottimi riscontri al chiostro del Rosario per le “TIndaridi”


Realizzato dall’assessorato alla cultura del Comune in collaborazione con  l’associazione “Le Maschere” di Messina si è svolta l’anteprima nazionale Le Tindaridi scritto e diretto da Francesco R. Vadalà.
L’originale progetto ideato e realizzato da  Licia D’Alì fa parte degli  eventi programmati nell’ambito del  Giardino Letterario , giunto alla sua terza edizione.
Il pubblico, numeroso, ha seguito il succedersi delle scene che, con passione e con l’intensità gli attori hanno interpretato nel chiostro della Madonna del Rosario nelle serate del 20 e 21 agosto.

La rappresentazione “Le Tindaridi“, si è caratterizzata per l’assenza di scenografia, ricercati costumi, effetti di luci ed il totale rispetto  dell’antico spazio scenico messo a disposizione dal Comune. Il monologo iniziale, in greco antico e che ricalca il monologo di Medea, ripreso e tradotto in lingua italiana nell’ultima scena, è stato scandito mirabilmente da Mariadele Martinez. Coinvolgente e suggestivo nella narrazione, Gianni Di Giacomo nel ruolo di Demodoco. Elena dolce e risoluta nelle sue riflessioni è stata interpretata magistralmente da Giada Vadalà ; Clitemnestra  aspra, dolente e determinata ha preso corpo in Elena Grasso che, tra il tormento e il sentimento, ha dato vita al personaggio.
Nel dibattito che ne è seguito condotto dall’assessore Salvo Presti coadiuvato da Licia D’Alì, il tema delle guerre mai finite ( inutili e in nessun modo risolutive ) e che con ostinazione storica incatena le donne  ai “sacri focolari” penitenti, violate  e private dei diritti umani essenziali è stato il contenuto di  interessanti  riflessioni.

Nessun commento:

Posta un commento

Segui il tuo comune su facebook!