news adn

Scarica l'App Ufficiale del Comune di Milazzo

martedì 18 dicembre 2018

Emergenza traffico nell’area dei Centri commerciali, chiesto Consiglio urgente


Tredici consiglieri comunali (primo firmatario Pippo Midili) hanno chiesto al presidente del consiglio comunale Gianfranco Nastasi la convocazione di una seduta urgente del Consiglio Comunale per discutere ed eventualmente adottare atti idonei a trovare soluzione alla grave e critica situazione verificatasi nei giorni scorsi – e in ultimo nella giornata di Domenica 16 dicembre – nella zona dell’asse viario, sulla strada statale 113, nel centro abitato di Corriolo, ai caselli Autostradali A20 Milazzo ed in prossimità dell’innesto della strada Milazzo-Archi. Il riferimento è agli ingorghi e conseguenti blocchi stradali tali da causare l’impossibilità di raggiungere i luoghi di arrivo se non con attese e file e con percorrenze di pochi chilometri in oltre 1 ora.

Una situazione insostenibile ­ si legge nel documento che reca le firme anche di Franco Rizzo, Franco Russo, Francesco De Gaetano, Russo Lydia, Antonio Foti, Rosario Piraino, Valentina Cocuzza, Maria Magliarditi, Massimo Bagli, Santino Saraò, Alessandro Oliva e Alesci Francesco  - aggravata, per gli abitanti di Corriolo, dall’impossibilità di poter uscire dalle proprie abitazioni a causa dell’indiscriminato parcheggio degli avventori dei vari centri commerciali ricadenti in zona. Quanto avvenuto mette sicuramente a rischio l’uso normale di vie che per la città di Milazzo rappresentano vie di fuga preziose ed importanti. Situazione che tende a peggiorare con le prossime aperture di ulteriori insediamenti commerciali.
“I fatti registrati nella giornata di Domenica, come ultimo episodio, danno chiaro il senso di come la viabilità della zona non è in condizioni di sopportare il flusso veicolare in entrata ed in uscita. Tutto questo a scapito anche delle vie di ingresso alla città di Milazzo che viene quindi ulteriormente penalizzata nonostante abbia asservito il proprio asse viario alla viabilità d’uso diversa da quella per cui originariamente era nata”.

Nessun commento:

Posta un commento

Segui il tuo comune su facebook!