news adn

Scarica l'App Ufficiale del Comune di Milazzo

giovedì 22 settembre 2016

Intervento del consigliere Magistri sull’ospedale


Il consigliere Simone Magistri è intervenuto nuovamente sulle vicende degli ospedali riuniti di Milazzo e Barcellona, anche per richiamare l’attenzione dei presenti in aula consiliare sulle contrastanti notizie che si susseguono sulla rimodulazione della rete ospedaliera in Sicilia
, facendo un particolare riferimento all’offerta sanitaria che si prospetta in provincia di Messina, e a Milazzo in modo particolare. Sembra tutto concentrato nella città capoluogo –ha detto Magistri- che ha pure denunciato una grave mancanza di attenzione dell’assessorato regionale verso il nosocomio mamertino, contestando anche un’annunciata riunione programmata in sede regionale con il sindaco di Barcellona e di quel distretto per parlare degli ospedali riuniti.
“E’ assurdo –ha sostenuto Magistri- quella convocazione, mentre ha ritenuto utile una proposta concreta sulla visione degli ospedali riuniti, sentendo anche i sindaci dei Comuni interessati. A tale fine, il consigliere di minoranza ha formulato una proposta su quella che potrebbe essere l’idea per la riorganizzazione della rete ospedaliera, e che ha sintetizzato in questi termini: “E’ indispensabile che il nosocomio di Milazzo continui a conservare la connotazione di ospedale per la cura delle c.d. “acuzie”, completo di tutti i reparti di pertinenza medica e chirurgica, e, dotato di un Pronto Soccorso senz’altro potenziato pure in termini di spazi -in particolare con l’adeguamento strutturale dell’ala nord del medesimo reparto-, nonché in termini di personale medico e paramedico a disposizione. Ritengo invece che per Barcellona, sotto un profilo di complementarietà con il nosocomio milazzese, sia logico pensare ad una caratterizzazione -del resto già prevista dalla precedente rimodulazione della rete ospedaliera di cui al D.A. 46/2015- di ospedale per la cura delle “post-acuzie”, con l’istituzione di un reparto per lungodegenti, nonché di un reparto per la riabilitazione, ma fermo restando il mantenimento di un punto di primo soccorso attivo h 24, diretto alla gestione ed alla stabilizzazione delle urgenze”.

Nessun commento:

Posta un commento

Segui il tuo comune su facebook!