news adn

Scarica l'App Ufficiale del Comune di Milazzo

martedì 5 luglio 2016

Troppi Comuni nella stessa discarica, si profila una nuova emergenza rifiuti

Quello che si temeva è avvenuto. Le discariche nella nostre regione sono ormai sature e le poche ancora idonee a raccogliere i rifiuti sono costrette a contingentare lo smaltimento per evitare il collasso. E come sempre le conseguenze sono tutte a carico dei cittadini.
Nella giornata odierna agli autocompattatori di alcuni Comuni, tra i quali quello di Milazzo, autorizzati da tempo a conferire nella discarica della “Sicula Trasporti” a Grotte San Giorgio di Catania, non è stato consentito il conferimento della spazzatura in quanto – su precisa disposizione della Regione – quel sito deve accogliere i rifiuti anche di altre località siciliane che un tempo scaricavano in altre discariche oggi chiuse. E quindi – accade la stessa cosa per l’impianto di Bellolampo a Palermo – lo smaltimento avviene “pro quota” per consentire a tutti i Comuni di poter smaltire i rifiuti ed evitare di andare incontro a situazione di emergenze.

Ma all’emergenza si arriverà comunque visto che – come accaduto già oggi – gli autocompattatori rispediti al mittente carichi di spazzatura, non potranno raccogliere l’ulteriore produzione della giornata. E tra limitare lo smaltimento quotidiano, in assenza di alternative – che effettivamente non ci sono – finirà per creare situazione di disagio igienico-sanitario in tutti i Comuni, compresi quelli, come Milazzo appunto, che pure erano in regola per conferire la propria produzione giornaliera.
L’Amministrazione comunale mamertina si è attivata presso gli organi regionali ma nel frattempo ha lanciato un nuovo appello alla cittadinanza affinché in queste giornate di criticità effettui in maniera ancora più intensa la raccolta differenziata per evitare che la città possa essere, nell’impossibilità di procedere alla rimozione della spazzatura dai cassonetti,  invasa dai rifiuti.
“Si tratta come è facile comprendere di una criticità a noi non imputabile – ha detto il sindaco Formica - e peraltro ancora non abbiamo contezza sui tempi (anche se si parla di autorizzazione sino a fine luglio) e quindi in attesa che la Regione sblocchi la situazione chiediamo ai cittadini collaborazione e la disponibilità a gettare nei cassonetti il meno possibile, ricordando che il servizio della raccolta differenziata ( vetro, plastica e cartone, alluminio) prosegue regolarmente essendo questo tipo di rifiuto destinato ad altra piattaforme dove avviene il trattamento del materiale di riciclo. Nel contempo chiediamo anche di limitare per questi giorni lo smaltimento dei rifiuti ingombranti. Ciò al fine di contenere il disagio igienico-sanitario perché con tutti i mezzi pieni non solo non siamo in grado di raccogliere altri rifiuti dai cassonetti ma soprattutto abbiamo il problema dello smaltimento”.

L’Amministrazione ha anche comunicato che saranno intensificati i controlli al fine di contrastare comportamenti scorretti e soprattutto conferimenti in orari non autorizzati, con l’elevazione di sanzioni per i trasgressori.

Nessun commento:

Posta un commento

Segui il tuo comune su facebook!