news adn

Scarica l'App Ufficiale del Comune di Milazzo

lunedì 11 luglio 2016

Tappe milazzesi del Castroreale Jazz Festival

Castroreale Jazz diventa quest’anno CastrorealeMilazzo Jazz Festival.  Quattro date per un cartellone che propone solo artisti internazionali di grande pregio.
A Castroreale sabato 23 luglio con Alfredo Rodríguez Trio e sabato 30 con Sarah Jane Morris & Tony Remy. A Milazzo domenica 31 luglio con Volcan Trio e venerdì 5 agosto con Sarah McKenzie Quartet.
Si parte nel modo consueto, nella splendida cornice di Piazza Peculio a Castroreale, sabato 23 luglio alle 21.45 con il trio cubano formato dallo strepitoso pianista Alfredo Rodriguez, accompagnato da Michael Olivera alla batteria e Reinier Elizarde al contrabasso.  Si prosegue sabato 30, sempre a Castroreale, con Sarah Jane Morris & Tony Remy. Lei una delle vocalist più raffinate della scena internazionale capace di accostarsi con estrema disinvoltura ai ritmi jazz, blues, pop-rock.

Domenica 31 luglio, il festival si sposta nel suggestivo scenario del Castello di Milazzo per ospitare il Volcan Trio: Gonzalo Rubalcaba al piano, Horacio “El Negro” Hernandez alla batteria, Armando Gola al basso. Tre grandi jazzisti capaci di travolgere il pubblico con un flusso di note che arriva potente e inarrestabile come una colata lavica. Artisti di grande esperienza internazionale, su tutti brilla la presenza raffinata di Rubalcaba che già da adolescente suonava con Charlie Haden Paul Motian, Joe Lovano e Al Di Meola.
Il festival si chiude venerdì 5 agosto con Sarah McKenzie Quartet: Alex Freiman, chitarra, Pierre Boussague, contrabasso, Marco Valeri, batteria e Sarah McKenzie, pianoforte e voce.
Quest’anno, inoltre, il festival si arricchisce del frizzante intervento della street band pugliese “Conturband” che il 29 luglio a Castroreale e il 30 a Milazzo ricreerà il clima della festa per le vie cittadine.

“Un evento importante – afferma l’assessore Salvo Presti -. I due territori si incontrano a metà strada, nella terra di mezzo della collaborazione, della ricerca di comuni sinergie, di visoni nuove e orizzonti inesplorati. Castroreale Jazz che oltrepassa il suo confine territoriale è l’emblema dei tempi, della necessità di connettere i punti, di costruire una tela a trama sempre più fitta per non disperdere risorse, per non lasciare vuoti, per innovare e farsi promotore dell’offerta culturale del territorio”.

Nessun commento:

Posta un commento

Segui il tuo comune su facebook!