news adn

Scarica l'App Ufficiale del Comune di Milazzo

martedì 1 marzo 2016

Nuova proroga per lo smaltimento dei rifiuti. Dichiarazione dell’assessore Maisano

Una proroga di un mese per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. L’ha disposta il sindaco Giovanni Formica dopo aver ricevuto la comunicazione dagli uffici che la nuova perizia è stata già predisposta ma occorrerà procedere agli altri atti per un nuovo affidamento.
Per 30 giorni si continua dunque con Caruter e Multiecoplast. Rispetto al mese di febbraio, dalla prima domenica di marzo partirà anche la raccolta domenicale come confermato anche dall’assessore all’Ambiente Damiano Maisano che ha poi inteso rilasciare alcune dichiarazioni in merito alle ultime polemiche che sono state sollevate sugli organi di stampa anche on-line.


“Debbo intervenire per smentire tante frasi scritte tra cui quelle riportate nel sito diretto dall’ex assessore Midili – afferma Maisano -. Pur di criticare ad ogni costo afferma cose che lui da ex amministratore sa benissimo non potevano avvenire se non nel rispetto di determinati tempi. Per esempio leggo che sarebbe subito partita la raccolta domenicale, non sapendo che questa può avvenire non appena viene fatta la nuova perizia che include il servizio. Abbiamo detto che l’avremmo ripristinata ma nessuno ha parlato di domenica successiva visto che conosciamo come lui dovrebbe conoscere le procedure. E dalla prima domenica di marzo riprenderemo anche questo servizio. Sui costi meglio non soffermarsi visto che l’Amministrazione alla quale lui apparteneva ha lasciato aperto un contenzioso con la ditta appaltatrice che rischia di costare tanti soldi al Comune. Quanto alla raccolta differenziata la percentuale è uguale a quella degli anni precedenti, siamo al 5 per cento. Non è vero che è diminuita. A breve potrebbe partire la raccolta differenziata non appena troveremo un punto per lo stoccaggio del materiale. Si deve a questa Amministrazione lo sblocco del centro di Masseria che in passato sembrava non interessare ed era stato lasciato all’Ato. E la stessa cosa si può dire per il piano Aro che abbiamo trovato bloccato e che ancora presenta problemi. Quindi inutile fare populismo e criticare chi è impegnato quotidianamente per cercare di far funzionare al meglio un servizio che per responsabilità pregresse presenta criticità. Prendersela con questa Amministrazione non è però corretto”.

Nessun commento:

Posta un commento

Segui il tuo comune su facebook!