news adn

Scarica l'App Ufficiale del Comune di Milazzo

sabato 12 dicembre 2015

Argomento Masterplan discusso in Consiglio Comunale

L’opportunità offerta dal Masterplan avrebbe consentito di rendere produttivi i Molini Lo Presti, ma l’assenza di un progetto esecutivo – in questi anni si è pensato solo a salvare il bene dalla vendita all’asta – non consente alla città del Capo di giocarsi questa chance, sviluppando un discorso che avrebbe coinvolto sicuramente le isole Eolie e il comprensorio. Un cruccio questo per la crescita della città, come ha sottolineato il presidente del consiglio comunale Gianfranco Nastasi che ha invitato le forze politiche a cominciare dei ragionamenti che siano proiettati verso il futuro, anziché limitarsi alle consuete e spesso sterili polemiche. Considerazioni che vengono fuori tirando anche le somme della seduta consiliare dedicata al Masterplan.

A fare il punto della situazione è stato il sindaco Giovanni Formica, relazionando anche sulle impressioni riportare dopo gli incontri avuti con gli altri amministratori locali alla Provincia. “Attraverso il Masterplan – ha detto il sindaco - si instaura un nuovo rapporto tra governo centrale ed aree metropolitane, trattandosi di un’elaborazione di progettualità per il sud Italia ed è strumento che si delinea in piani strategici che le città metropolitane sottoscrivono con regione e governo centrale. Proprio dal piano strategico potrebbe avere l’area metropolitana di Messina l’assegnazione di circa 6-7 miliardi da spendere in investimenti.  Nel  corso del dibattito il consigliere Antonio Foti ha indicato quelli che, a suo modo di vedere, sono in atto gli “asset” fondamentali sui quali puntare con il Masterplan, concludendo col chiedere all’amministrazione l’apertura di un tavolo ed una conferenza programmatica permanente con i Comuni del comprensorio, con le istituzioni regionali e con tutte le realtà associative del terzo settore.

Sulla realizzazione dell’aeroporto si è espresso anche Giuseppe Midili; dello stesso avviso anche Gaetano Nanì, perché se il progetto è fattibile –ha detto- sarebbe da presentare, anche perché ha le caratteristiche della progettazioni previste da Masterplan. Infine, il presidente Gianfranco Nastasi ha sostenuto che la realizzazione dell’aeroporto avrebbe una ragion d’essere nel contesto delle progettazioni per l’area metropolitana di Messina; mentre, a Villa Vaccarino, che ha considerato fiore all’occhiello della architettura Liberty nel Comune di Milazzo, penserebbe ad un suo uso per l’apertura di un casinò, così come indicato anche dal consigliere Alessandro Oliva. 

Nessun commento:

Posta un commento

Segui il tuo comune su facebook!