news adn

Scarica l'App Ufficiale del Comune di Milazzo

domenica 8 febbraio 2015

Variante al Prg, manifestazione di interesse per studio geologico e agricolo-forestale

Variante al Piano regolatore generale, novità in arrivo. L’Amministrazione ha comunicato che è stata avviata dagli uffici la pubblica manifestazione di interesse per la scelta dei professionisti che dovranno aggiornare sia lo studio geologico sia lo studio agricolo-forestale. Adempimenti – si evidenzia – indispensabili per uscire dalla situazione d’empasse nella quale lo strumento urbanistico si trova. “La verità – afferma il sindaco Carmelo Pino – è che su questo argomento si sono costruiti nel passato veri e propri bluff elettorali visto che si sosteneva che la Variante era pronta e doveva solo essere approvata. Abbiamo verificato sin dall’insediamento, nel 2010 che le cose non stavano così. 
La Variante non solo non era stata materialmente fatta, ma soprattutto non poteva essere correttamente redatta se non si procedeva all’aggiornamento degli studi propedeutici obbligatori, quali le due relazioni che risalgono al 1998, che adesso stiamo aggiornando. Ma si è soprattutto scoperto – prosegue Pino – a seguito di indagini presso il dipartimento Finanze e tributi, che le somme residue impegnate originariamente per tali studi sono state portate inspiegabilmente in economia, parte nell’anno 2006 e parte nel 2008. Una decisione che ha frenato l’iter della Variante. Pertanto adesso che abbiamo ottenuto l’approvazione del bilancio stabilmente riequilibrato è stato possibile reperire sia le risorse economiche portate arbitrariamente in economia dalla precedente Amministrazione, sia quelle aggiuntive per l’aggiornamento degli studi specialistici preparatori alla pianificazione definitiva. È giusto dire queste cose per fare chiarezza soprattutto nei confronti dei cittadini ai quali nel passato è stato sempre detto che la Variante era pronta per essere trasmessa al consiglio comunale per l’approvazione. Sin dall’insediamento il sottoscritto, pur indicando nello strumento urbanistico la strada maestra attraverso la quale ridisegnare il profilo urbano in base alle peculiarità e alle esigenze del territorio, non si è mai sbilanciato perché consapevole, alla luce anche di quanto emerso dalle verifiche degli uffici, della mancanza di tutta una serie di elaborati e di studi preliminari. In questi anni però gli uffici comunali hanno lavorato sulla Variante, concludendo definitivamente i rapporti lavorativi con i professionisti precedentemente incaricati e quasi definendo l’aggiornamento dell’elaborato tecnico RIR (rischio di incidenti rilevanti) che risaliva al 2006.  Inoltre è stato portato a compimento anche il progetto per l’attivazione della piattaforma digitale sui servizi territoriali urbanistici grazie ad un finanziamento della Regione attraverso i Pist”. 

Nessun commento:

Posta un commento

Segui il tuo comune su facebook!