news adn

Scarica l'App Ufficiale del Comune di Milazzo

giovedì 4 settembre 2014

Le celebrazioni del 2050° anniversario della battaglia navale del Nauloco - Milazzo

Una storia appassionante conosciuta da pochi. La “due giorni” di manifestazioni promossi dall’Amministrazione comunale per commemorare d’intesa con la Marina Militare il 2050° anniversario della battaglia navale del Nauloco – Milazzo avvenuta il 3 settembre del 36 a.C. è stata sicuramente l’occasione per conoscerla.  Un evento particolarmente seguito e apprezzato che ha consentito non solo di capire le ragioni per le quali il Municipio mamertino è uno dei pochi in Italia ad avere il diritto di fregiarsi dell'Aquila imperiale romana con il motto "Aquila mari imposita Sexto Pompeo Superato", ma anche per comprendere l’importanza della battaglia combattuta nelle acque di Milazzo, decisiva per le sorti di Cesare Ottaviano che poi diventerà l’imperatore Augusto. Una storia ricostruita nella prima giornata dal documentario di Alberto Angela “La nascita di un impero” e poi raccontata anche dallo scrittore milazzese Filippo Lo Schiavo il quale ha sottolineato che "bisogna disseppellire la storia antica della città.....portandola alla luce ed alla conoscenza di tutti....", anche per affermare “il fondamentale ruolo che Milazzo ha avuto sempre nella storia”.

Nella giornata di ieri invece è avvenuta la deposizione di una corona di alloro nelle acque dove idealmente è avvenuta la battaglia e alle 19,30 alla presenza del comandante Giacomo Le Grottaglie per la Marina Militare, del comandante Matteo Lo Presti della Guardia costiera di Milazzo e delle massime autorità, il sindaco Carmelo Pino ha proceduto alla scopertura di una lapide commemorativa posta sulla facciata del palazzo municipale recante la seguente scritta:
“S.P.Q.M. - NEL SENO DI QUESTO FATIDICO MARE  GIÁ ARROSSATO DI PUNICO SANGUE DAI ROSTRI DI G. DUILIO NEL 260 a.C. LE FLOTTE DI OTTAVIANO TRIUMVIRO E DI SESTO POMPEO ARDITAMENTE CONTESERO FAVORITI I PROPIZI DESTINI DI CESARE LE CIVICHE INSEGNE DELLA FEDELE MYLAE FURONO COSÍ ONORATE CON L’AQUILA ROMANA  IMPERANTE SULL’ACQUE LEGANDO NEI SECOLI IL MUNICIPIO AI FASTI DELLO STORICO EVENTO. NEL 2050° ANNIVERSARIO DELLA BATTAGLIA FAUSTO PRESAGIO DELLA GLORIOSA SORTE DEL FUTURO AUGUSTO IMPERATORE L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE POSE.  3 SETTEMBRE 36 a. C.   -   3 SETTEMBRE 2014”.
A seguire nell’aula consiliare l’annunciata conferenza del prof. Antonino Pinzone, responsabile scientifico del dipartimento scienze dell’Antichità della facoltà di Lettere dell’Università di Messina sui “perché di una battaglia decisiva per le sorti di Cesare Ottaviano”.  
Un viaggio a ritroso nel tempo  quello del cattedratico per rievocare una delle battaglie più sanguinose che hanno interessato i nostri mari. Da un lato la flotta di Ottaviano al comando di Vipsanio Agrippa alle isole Eolie, dall’altro quella di Sesto Pompeo che occupava la costa siciliana nel tratto compreso fra Capo Tindari e il Peloro con Milazzo in mezzo. Le due flotte entrambe composte da 300 navi, tutte dotate di artiglieria si incontrano tra il promontorio di Milazzo e il Nauloco, presso il quale era ancorata l’armata di Pompeo. Dopo una lotta lunga e sanguinosa Ottaviano riesce a sconfiggere il nemico.
Sul mistero del Nauloco, il prof. Pinzone ha evidenziato che quasi sicuramente non va inteso come unico porto, bensì insieme di approdi, vista anche la quantità delle navi che non potevano di certo essere ospitate in un solo scalo portuale.
Soddisfatto il sindaco Carmelo Pino. “L’obiettivo dell’Amministrazione da sempre è stato quello di ricostruire l’identità culturale di questa città recuperando anche il ricordo di eventi storici consumatisi nelle acque del nostro mare che hanno poi segnato il corso della storia”.

L’assessore Stefania Scolaro da parte sua ha auspicato che “momenti come questi possano contribuire  a far nascere nei milazzesi l’orgoglio di appartenere ad una comunità che affonda le sue radici in una storia millenaria”.


Nessun commento:

Posta un commento

Segui il tuo comune su facebook!